Dimagrimento Localizzato – Physio TT

Il trattamento è finalizzato a ridurre in modo uniforme le circonferenze dei distretti corporei maggiormente colpiti da accumuli adiposi.

L’eccesso di massa grassa rispetto alla massa magra è una patologia che riguarda il 44% degli italiani (34,4% i soggetti in sovrappeso e 9,8% i soggetti obesi) e le percentuali sono in progressivo aumento. Si localizza specialmente in collo, petto e addome nell’uomo e in braccia, fianchi e cosce nella donna, le tipiche zone meno coinvolte nelle normali attività quotidiane. Il grasso corporeo accumulato vaso-costringe i capillari sanguigni di quel distretto corporeo, provocando un rallentamento del metabolismo dei lipidi e quindi una difficoltà nel reclutarli come fonte di energia.
Ecco perché quando si fa attività fisica si tende a calare le circonferenze degli arti inferiori, arti maggiormente mobilitati, ma non nei punti critici sopra menzionati o comunque in modo non uniforme.

Per contrastare l’evolvere di questa patologia è bene rispettare queste regole:
– adottare un regime alimentare in cui le calorie introdotte con gli alimenti bilancino le calorie consumate con l’attività quotidiana e gli alimenti assunti non alterino la glicemia nel sangue oltre valori normalmente gestibili dal sistema ormonale;
– svolgere attività fisica 2/3 volte a settimana, compresa di sedute volte al consumo di calorie per diminuire la massa grassa e sedute volte alla tonificazione muscolare per aumentare quella magra, che tra l’altro brucia più calorie per il suo sostentamento qualora sia tonificata.

Per eliminare/ridurre il grasso localizzato in eccesso si consiglia l’ausilio del Trattamento Dimagrimento.

Prevede l’uso del macchinario Human Tecar Physio TT, provvisto di 7 fasce termiche di diversa misura, adattabili alla circonferenza di collo, petto, vita e addome, fianchi e glutei, braccia o polpacci. Queste fasce trasferiscono per contatto con la cute un lieve calore pari a 37°-37,5°C che si diffonde in modo omogeneo nei tessuti sottostanti fino allo strato di grasso corporeo. I principali effetti sono:
– aumento della temperatura nel microcircolo ove è posta la fascia che “scioglie” la molecola di grasso (trigliceride) nei suoi componenti più facilmente reclutabili dall’organismo come fonte di energia (acidi grassi e glicerolo);
– riapertura dei vasi capillari liberati dallo “scioglimento” del grasso e quindi riattivazione del metabolismo lipidico a livello locale.
Il tutto è abbinato a sedute di attività fisica mirata a regime aerobico con intensità media e costante nel tempo che mira a sfruttare il grasso corporeo disciolto come fonte di energia.